Restauro - corso triennale -
Tecnico del Restauro dei Beni Culturali:

Attualmente l’attività più stabile in questo ambito è costituita dal corso post diploma triennale per ‘tecnico del restauro di beni culturali’, per il quale nel 2009 la Scuola è stata riconosciuta dalla Regione Lombardia Centro di Eccellenza Regionale, e dal 2013 fa parte del Polo Tecnico Professionale Regionale per la “Conservazione e valorizzazione dei beni culturali”. Il corso ha due obiettivi prioritari: il primo è la formazione di personale in grado di operare con competenza nel settore del restauro, il secondo è l’effettiva possibilità per gli allievi di inserirsi nel mondo del lavoro al termine dell’attività formativa. La figura del tecnico del restauro, fortemente professionalizzante, collabora con il restauratore operando sui manufatti con consapevolezza del loro valore estetico e documentario in tutte le fasi di lavoro, a partire dalla definizione del piano di lavoro e dalla scelta dei materiali e delle tecniche esecutive.
Il tecnico restauratore deve saper padroneggiare tutte le fasi di un intervento di restauro, a partire dall’analisi conoscitiva e dalla stesura del progetto sino alla relazione finale. Le operazioni vere e proprie sono ovviamente diverse a seconda del tipo di bene sul quale si va ad intervenire, sebbene ve ne siano alcune - pensiamo ad esempio alla pulitura - che sono comuni ad ogni tipo di intervento.

 
Il corso
STRUTTURA
Il percorso formativo è suddiviso in tre anni. Ogni annualità va da settembre a giugno e prevede circa 1000 ore per annualità per un complessivo di 3000 ore di formazione sia teorica che pratica. Durante il primo e il secondo anno sono previsti dei tirocini formativi collettivi nell’ambito dei cantieri scuola e il terzo anno sono previsti stage individuali in aziende del settore, con lo scopo di sperimentare sul campo quanto appreso e facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro.
 
INIZIO E ORARIO:
L’inizio del corso è previsto per ottobre 2015 con orario giornaliero da lun. a ven. dalle 8.00 alle 14.00, oltre ad alcuni pomeriggi decisi nel corso del periodo formativo
 
CANTIERI SCUOLA:
Sono la realizzazione di un vero e proprio cantiere di restauro su un bene reale da parte di tutta la classe nel suo insieme, a partire dai sopralluoghi e dalla stesura del progetto sino alla relazione finale che fa seguito alla conclusione del cantiere vero e proprio.
 
STAGE:
sono lo strumento principale che consente l’effettivo e il più delle volte immediato incontro con il mondo del lavoro; si tratta di oltre 400 ore che ciascuno studente svolge presso aziende del settore, nella maggior parte dei casi operando in cantieri di restauro di grande rilevanza. Negli ultimi anni, ad esempio, hanno avuto modo di sperimentare le proprie competenze nel restauro del Santuario di Caravaggio, della Chiesa delle Grazie a Milano, dell’ex monastero di Astino, della Villa Reale di Monza, del Palazzo Reale di Milano, dell’Abbazia di Viboldone, del Santuario del Lavello a Lecco, della Chiesa di S. Alessando in Colonna e del Duomo di Bergamo e così via.
 
PLUS
CORPO DOCENTE:
Tutti i docenti dei laboratori sono restauratori professionisti, che conoscono perfettamente la realtà del mondo del lavoro e le sue esigenze.
 
LABORATORI E POSTAZIONI MULTIMEDIALI:
Laboratori attrezzati per tutte le discipline di carattere tecnico: restauro dipinti murali, materie plastiche, restauro pittorico, dipinti su tela, restauro virtuale, indagine fotografica, informatica applicata al restauro, chimica.
 
PARTNERSHIP:
Accordi con Diocesi, Comune e Provincia di Bergamo, Regione Lombardia, enti pubblici ed associazioni che mettono a disposizione beni culturali da restaurare; accordo con la Soprintendenza competente per tutte le autorizzazioni necessarie.
 
SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Il tecnico del Restauro è figura fondamentale negli interventi di restauro del patimonio artistico. La sua prepararione pratica è fondamentale nel supporto del Restauratore nei cantieri ove il patrimonio artistico viene riportato a nuova vita.
 
COLLOCAMENTO LAVORATIVO:
Percorso guidato verso il collocamento lavorativo, con gli strumenti di Dote Unica Lavoro e Garanzia Giovani (la Scuola Fantoni è accreditata anche per i servizi al lavoro).
INFO E ISCRIZIONI
REQUISITI DI PARTECIPAZIONE:
Possono partecipare al corso quanti in possesso di un diploma di istruzione secondaria superiore o qualifica almeno triennale (anche istruzione e formazione professionale), con una discreta propensione al lavoro artistico e manuale.
 
DURATA:
Il corso ha una durata complessiva di 3000 ore, articolate in tre annualità. Oltre il 60% del monte è ore destinato ad attività di carattere tecnico professionale ed includono laboratori e cantieri di restauro . Sono previsti periodi di tirocinio formativo presso imprese e laboratori di restauro. Al termine del corso sono ammessi alla prova di verifica coloro che hanno frequentato almeno il 75% delle ore di formazione complessive previste.
 
AMMISSIONE:
Il corso è a numero chiuso (18 persone). L’ammissione al corso è subordinata al superamento di una prova di selezione per test e colloqui.
 
ATTESTATO FINALE:
al termine del percorso formativo e in seguito al superamento di un esame finale teorico e pratico svolto con apposita commissione regionale viene rilasciato da Regione Lombardia un Diploma di Tecnico del restauro di beni culturali indirizzo “Superfici decorate dell’architettura, materiali lapidei e derivati” abilitante alla professione e spendibile su tutto il territorio nazionale.
 
COSTI:
Il corso è riconosciuto e finanziato da Regione Lombardia e dal Fondo Sociale Europeo. Agli iscritti è richiesta una quota annuale di cofinanziamento di 800 € a parziale copertura delle spese e del materiale didattico.
 

AVVIO DEL CORSO
Martedì 19 gennaio 2016 ha preso il via il nuovo triennio di “Tecnico del restauro di beni culturali”.

Le iscrizioni sono ancora aperte.
E’ ancora possibile iscriversi e fissare un appuntamento per un colloquio con la coordinatrice del corso Paola Carminati e la tutor del corso Silvia Passera
.

Telefono: 035247485
E-Mail: segreteria@scuolafantoni.it